All About Jazz

Home » Articoli » CD/LP/Track Review

3

Isabel Sörling: Farvel

Neri Pollastri By

Sign in to view read count
Isabel Sörling è una cantante svedese di ventisette anni, già autrice di altri album, che qui si presenta con un curioso e originale lavoro dal forte contenuto drammaturgico, alla testa di un sestetto classico, con tromba e sax tenore a fianco della ritmica.

Quel che risulta piuttosto originale è l'impianto della musica, di difficile etichettatura e che tutto sommato non è rubricabile neppure sotto "musica nordeuropea": i ritmi sono infatti mediamente lenti e le atmosfere un po' sognanti e malinconiche, un po' brumose, ma si tratta solo di uno sfondo sul quale vengono dipinti frammenti di danze e marcette ("Leta"), nervose ed espressive narrazioni di ispirazione quasi lirica ("If You Don't") e passaggi drammaticamente panici (la conclusione di "Dissolving"), senza farsi mancare evocative canzoni ("Den sång som ej ljöd," la conclusiva "Child of God")— queste sì più nordiche, e tuttavia striate in modo originale dai due ottimi fiati.

Tutto l'originale impianto gira attorno al particolare modo di usare la voce di Isabel Sörling, che solo in rari momenti "canta"— peraltro in modo che non è facile ricondurre a un genere—e per il resto "usa la voce," perlopiù frammentando le frasi e conferendo loro una ritmicità propria, oppure squittendo, stridendo, distorcendo l'emissione in modo d'altronde simile a quanto fatto accanto a lei da Kim Aksen alla tromba e Otis Sandsjö al tenore.

I quali duettano in modo mirabile, sul solo accompagnamento del contrabbasso di Lorinius, nella parentesi di "Punktum.," per poi introdurre in modo tutt'altro che nordeuropeo la lunga "Kuume," che fornisce l'esempio forse più compiuto della particolarità del lavoro: grande il lavoro timbrico della ritmica— con il piano di Henrik Magnusson su mille stilemi diversi, il contrabbasso di Alfred Lorinius in splendido assolo e la batteria di Carl-Johan Groth presentissima a più riprese—i due fiati a modulare forme espressive ricercate e intense, la Sörling impegnata a cantare, gorgheggiare, declamare, usare insomma la voce in modi sempre diversi e purtuttavia mai eccessivi, sempre gustosamente fruibili.

In conclusione, pur senza essere un disco memorabile, Farvel è un bel lavoro che offre notevoli elementi di originalità e ci presenta un'artista rimarchevole—la Sörling—da cui è legittimo attendersi in futuro cose molto interessanti.

Track Listing: Natt eller Gryning; Nämre; If You Don’t; Leta; Den sång som ej ljöd; Punktum.; Kuume; Dissolving; Child of God.

Personnel: Isabel Sörling: voce; Kim Aksnes: tromba; Otis Sandsjö: sax tenore; Henrik Magnusson: pianoforte; Alfred Lorinius: contrabbasso; Carl-Johan Groth: batteria.

Title: Farvel | Year Released: 2014 | Record Label: Unit Records

Tags

Related Video

comments powered by Disqus

Related Articles

Read My Singing Fingers CD/LP/Track Review
My Singing Fingers
by Dan McClenaghan
Published: May 25, 2018
Read Ain't It Grand? CD/LP/Track Review
Ain't It Grand?
by Jack Bowers
Published: May 25, 2018
Read If Not Now, When? CD/LP/Track Review
If Not Now, When?
by Dan Bilawsky
Published: May 25, 2018
Read Perfectly Unhappy CD/LP/Track Review
Perfectly Unhappy
by Gareth Thompson
Published: May 25, 2018
Read Sorrows & Triumphs CD/LP/Track Review
Sorrows & Triumphs
by Jerome Wilson
Published: May 25, 2018
Read Half Light CD/LP/Track Review
Half Light
by Karl Ackermann
Published: May 24, 2018
Read "Chapter Five" CD/LP/Track Review Chapter Five
by Jack Bowers
Published: May 28, 2017
Read "Last Minute Panic" CD/LP/Track Review Last Minute Panic
by Ian Patterson
Published: December 18, 2017
Read "Glassbath" CD/LP/Track Review Glassbath
by Glenn Astarita
Published: May 6, 2018
Read "Presence" CD/LP/Track Review Presence
by Dan Bilawsky
Published: June 13, 2017
Read "Daylight Ghosts" CD/LP/Track Review Daylight Ghosts
by Nenad Georgievski
Published: July 10, 2017
Read "Alaya" CD/LP/Track Review Alaya
by Dan Bilawsky
Published: August 9, 2017