All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

3

Isabel Sörling: Farvel

Neri Pollastri By

Sign in to view read count
Isabel Sörling: Farvel
Isabel Sörling è una cantante svedese di ventisette anni, già autrice di altri album, che qui si presenta con un curioso e originale lavoro dal forte contenuto drammaturgico, alla testa di un sestetto classico, con tromba e sax tenore a fianco della ritmica.

Quel che risulta piuttosto originale è l'impianto della musica, di difficile etichettatura e che tutto sommato non è rubricabile neppure sotto "musica nordeuropea": i ritmi sono infatti mediamente lenti e le atmosfere un po' sognanti e malinconiche, un po' brumose, ma si tratta solo di uno sfondo sul quale vengono dipinti frammenti di danze e marcette ("Leta"), nervose ed espressive narrazioni di ispirazione quasi lirica ("If You Don't") e passaggi drammaticamente panici (la conclusione di "Dissolving"), senza farsi mancare evocative canzoni ("Den sång som ej ljöd," la conclusiva "Child of God")— queste sì più nordiche, e tuttavia striate in modo originale dai due ottimi fiati.

Tutto l'originale impianto gira attorno al particolare modo di usare la voce di Isabel Sörling, che solo in rari momenti "canta"— peraltro in modo che non è facile ricondurre a un genere—e per il resto "usa la voce," perlopiù frammentando le frasi e conferendo loro una ritmicità propria, oppure squittendo, stridendo, distorcendo l'emissione in modo d'altronde simile a quanto fatto accanto a lei da Kim Aksen alla tromba e Otis Sandsjö al tenore.

I quali duettano in modo mirabile, sul solo accompagnamento del contrabbasso di Lorinius, nella parentesi di "Punktum.," per poi introdurre in modo tutt'altro che nordeuropeo la lunga "Kuume," che fornisce l'esempio forse più compiuto della particolarità del lavoro: grande il lavoro timbrico della ritmica— con il piano di Henrik Magnusson su mille stilemi diversi, il contrabbasso di Alfred Lorinius in splendido assolo e la batteria di Carl-Johan Groth presentissima a più riprese—i due fiati a modulare forme espressive ricercate e intense, la Sörling impegnata a cantare, gorgheggiare, declamare, usare insomma la voce in modi sempre diversi e purtuttavia mai eccessivi, sempre gustosamente fruibili.

In conclusione, pur senza essere un disco memorabile, Farvel è un bel lavoro che offre notevoli elementi di originalità e ci presenta un'artista rimarchevole—la Sörling—da cui è legittimo attendersi in futuro cose molto interessanti.

Track Listing

Natt eller Gryning; Nämre; If You Don’t; Leta; Den sång som ej ljöd; Punktum.; Kuume; Dissolving; Child of God.

Personnel

Isabel Sörling: voce; Kim Aksnes: tromba; Otis Sandsjö: sax tenore; Henrik Magnusson: pianoforte; Alfred Lorinius: contrabbasso; Carl-Johan Groth: batteria.

Album information

Title: Farvel | Year Released: 2014 | Record Label: Unit Records

Post a comment about this album

Listen

Watch

Tags

Shop Amazon

More

Long Tall Sunshine
Barry Altschul's 3Dom Factor
Wonderful World
Chris Standring
Hope
Tomas Liska & Invisible World
Zero Grasses: Ritual for The Losses
Jen Shyu and Jade Tongue
Aufbruch
J. Peter Schwalm & Markus Reuter
Purvs
Liudas Mockūnas / Arvydas Kazlauskas

Popular

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded albums and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, limited reopenings and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary step that will help musicians and venues now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the sticky footer ad). Thank you!

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.