All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

Dear All About Jazz Readers,

If you're familiar with All About Jazz, you know that we've dedicated over two decades to supporting jazz as an art form, and more importantly, the creative musicians who make it. Our enduring commitment has made All About Jazz one of the most culturally important websites of its kind in the world reaching hundreds of thousands of readers every month. However, to expand our offerings and develop new means to foster jazz discovery we need your help.

You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky Google ads PLUS deliver exclusive content and provide access to future articles for a full year! This combination will not only improve your AAJ experience, it will allow us to continue to rigorously build on the great work we first started in 1995. Read on to view our project ideas...

0

Bad Uok: Enter

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
L'inizio è sorprendente e fuorviante. Sorprendente perché a dar retta all'immagine di copertina dai richiami ironicamente sadomaso, non ci si aspetterebbe un'apertura dove il pianoforte occupa uno spazio dilatato da poche note, fatte risuonare con profondità emotiva, in un clima austero e rigoroso. Fuorviante perché il resto del CD è tutta un'altra musica, ricco di colori, carico di suoni elettrici, reso imprevedibile da continui cambi di registro. Salvo chiudere il cerchio con i cinque minuti finali ancora con il pianoforte solitario, errabondo e velatamente malinconico.

In mezzo, si diceva, una musica abbagliante per freschezza esecutiva e brillantezza di idee, nove brani firmati quasi esclusivamente da Andrea Grillini - batterista e ideatore del progetto Bad Uok - nel corso dei quali il quartetto ha modo di mettere in mostra le proprie qualità. L'assenza del contrabbasso accresce ulteriormente la libera circolazione dei flussi sonori mentre le alchimie timbriche di una combinazione strumentale non proprio usuale aprono scenari sorprendenti e imprevedibili.

Vi è molta attenzione anche verso la componente ritmica con più di un richiamo, nel corso dei cinquantaquattro minuti di Enter, all'estetica M-Base e alle sue successive declinazioni pensate da Steve Coleman. Ma Bad Uok frulla il tutto con un senso melodico solido e mai smaccato, combina acustico ed elettronico con fantasioso senso dinamico, apre godibili oasi nu-jazz, alterna sequenze dalla materica densità tipica del miglior rock progressivo sintetizzando queste mille sollecitazioni in un linguaggio fortemente originale. Debutto convincente.

Track Listing: 01. Intro; 02. 105 Pt.1; 03. 105 Pt.2; 04. 66; 05 1112; 06. 33; 07. 1003; 08. Congo (Pierantoni); 09. 88; 1000; 11. Enter (Pierantoni). Composizioni di Andrea Grillini tranne quelle indicate.

Personnel: Leonardo Rizzi (chitarra, chitarra baritono); Federico Pierantoni (trombone); Andrea Calì (fender rhodes, piano); Andrea Grillini (batteria).

Title: Enter | Year Released: 2013 | Record Label: Auand

Tags

comments powered by Disqus

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related Articles

Read Higher Album Reviews
Higher
By Tyran Grillo
May 26, 2019
Read The Unlonely Raindancer Album Reviews
The Unlonely Raindancer
By Matt Parker
May 26, 2019
Read Pyramid Scheme Album Reviews
Pyramid Scheme
By Mark Sullivan
May 26, 2019
Read Mosaismic Album Reviews
Mosaismic
By Mike Jurkovic
May 26, 2019
Read Caldera / Sky Islands Album Reviews
Caldera / Sky Islands
By Jakob Baekgaard
May 25, 2019
Read Baby, Please Come Home Album Reviews
Baby, Please Come Home
By Doug Collette
May 25, 2019
Read Reckless Heart Album Reviews
Reckless Heart
By Doug Collette
May 25, 2019