All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

0

Heath Brothers: Endurance

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Heath Brothers: Endurance
Endurance: resistenza, durata. I fratelli Heath resistono: contro il tempo, contro la progressiva scomparsa dei corpi e, talvolta, delle idee. Resistono allo scomparire di un'epoca musicale e culturale, quella del bop, della quale sono fra gli ultimi sopravvissuti. La loro vitalità, la loro tenacia nel vivere e far vivere la loro esperienza musicale ricorda un noto aforisma di Schopenhauer: "Considera ogni giornata come una vita a sé stante".

Jimmy Heath, 83 anni, Albert "Tootie" Heath, 74 anni: ambedue una gloriosa carriera alle spalle (da Dizzy Gillespie a Lester Young, Chet Baker, Dexter Gordon, Miles Davis, Milt Jackson, Kenny Dorham, J.J. Johnson, Cedar Walton, Bobby Timmons, Kenny Drew, Johnny Griffin, Benny Golson, Gil Evans, Art Farmer, Cannonball Adderley, Thelonious Monk, Charlie Parker, Herbie Hancock, Don Cherry, John Coltrane). Tornano a incidere, per la prima volta dopo la scomparsa del fratello Percy, leggendario contrabbassista del Modern Jazz Quartet, con cui condividevano la guida del gruppo degli Heath Brothers.

Sarebbe ovviamente sbagliato aspettarsi miracoli innovativi da artisti che da tempo hanno raggiunto la loro classicità. Ma un miracolo avviene lo stesso, un miracolo di musicalità, di senso della tradizione, di costante rilettura di un idioma ormai stabile e definito.

Basti notare l'impeccabile nitore esecutivo che caratterizza le nove composizioni, sette delle quali sono firmate da Jimmy Heath, eccellente compositore gravemente sottovalutato. Questi offre un brillante saggio del suo superbo magistero strumentale, espressivo e controllato: la reinterpretazione dell'eredità boppistica nel rilassato "Changes" e in "Two Tees," l'influenza coltraniana in "Wall to Wall" e "Ballad from Leadership Suite," l'eredità di Coleman Hawkins nella splendida interpretazione di "Autumn in New York".

Albert "Tootie" Heath si conferma forse il migliore batterista di impostazione pre-Elvin Jones: ricco di idee, imprevedibile, elegante, discreto ed efficace (si ascolti il suo assolo in "Two Tees" o si notino gli accenti funky che sa scandire in "Wall to Wall" e il drumming del tutto fantasioso con cui sottolinea "The Rio Dawn").

David Wong rimpiazza l'irrimpiazzabile Percy Heath con sobrietà e gusto (bella la sua prestazione all'archetto in "From a Lonely Bass"); Jeb Patton si conferma, alla quarta incisione con i fratelli Heath, brillante solista e accompagnatore, nonché autore di un'interessante composizione come "Dusk In The City," in cui è possibile apprezzare anche l'agrodolce soprano di Jimmy Heath.

Gli Heath Brothers sono dei classici che interpretano il frutto della classicità, di un mainstream che viene riproposto con grande eleganza e suprema padronanza linguistica: i loro sono echi di un'epoca in via di estinzione, esposti senza intenti oleografici, cui tributare tutto il nostro rispetto.

Non dimentichiamoci che gran parte della nostra contemporaneità improvvisativa deve ad artisti di tale calibro non poca della sua raison d'être.

Track Listing

Changes; Wall To Wall; You Or Me; Ballad from Leadership Suite; Dusk In The City; Two Tees; Autumn in New York; From A Lonely Bass; The Rio Dawn.

Personnel

Jimmy Heath: tenor sax, soprano sax (tracks 5 & 8); Jeb Patton: piano; David Wong: bass; Albert "Tootie" Heath: drums; Claudio Roditi: shaker (track 9).

Album information

Title: Endurance | Year Released: 2009 | Record Label: Jazz Legacy Productions

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.