All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

LABOttega: Emola

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
LABOttega: Emola
LABOttega è un gruppo composto da una decina di musicisti riunitosi attorno a Claudio Pontiggia, già membro della Vienna Art Orchestra, ora appassionato didatta ed arrangiatore: dai corsi d'improvvisazione che tiene da anni a Lugano è scaturita questa formazione, nutrita ed eterogenea. Emola è il suo secondo disco, pubblicato dall'etichetta svizzera Brambus.

Da quando è stato costretto ad abbandonare il corno per problemi fisici, Pontiggia si è dedicato alla creazione ed alla direzione di progetti vari: dalla banda al coro ai gruppi jazz di medie e grandi dimensioni.

Con i musicisti de LABOttega, che provengono dalle esperienze più svariate (pop-rock, musica tradizionale africana, jazz), ha scelto di riarrangiare, adattandoli alle esigenze dell'organico, alcuni temi celeberrimi e di affiancarli a brani originali.

Così, in questo Emola si ascolta un "Theme from Romeo e Giulietta" in cui la melodia di Nino Rota rivive sul groove ostinato della ritmica (particolarmente penetrante per effetto della combinazione di batteria, percussioni e basso elettrico) e sugli obbligato dissonanti dei fiati; oppure, sempre rimanendo nell'ambito delle colonne sonore, una versione del tema di John Williams per "Schindler's List," dall'equilibrio e dall'intensità non comuni: il duo di arpa e tromba che apre il brano e che si schiude poi in un pieno orchestrale di sicuro impatto è uno dei momenti più riusciti del disco.

Oltre a quelle dell'intera formazione, c'è spazio anche per esecuzioni di piccoli sottogruppi, di solito duo o trio. Si tratta di brevi composizioni: tra quelle più interessanti, "Mairi Bhan og" in cui risalta l'arpa di Irene Ferrarese, in primo piano anche nella conclusiva "Profiad y botwm-cainc ruffydd ab adda ap dafydd".

Banale a dirsi (talvolta meno a farsi), ma ciò che traspare maggiormente da questo disco è la gioia che i musicisti provano nell'incontrarsi e nel suonare insieme. Traspare anche la ricerca della migliore resa artistica possibile, tenuto conto delle difficoltà insite nell'esperienza del laboratorio d'improvvisazione: organico vasto e variamente assortito, percorsi artistici differenti, diverse esperienze professionali.

Track Listing

1. Theme from "Romeo e Giulietta" (Nino Rota) 07:32; 2. Travels (Pat Metheny) 05:31; 3. The Foggy Dew (Claudio Pontiggia) 02:14; 4. Welcome Douba (Pontiggia, Démbelé, Ros, Rusconi, Ferrarese, Nespoli) 03:55; 5. Mairi Bhan Og (Claudio Pontiggia) 01:42; 6. Theme from "Schindler's List" (John Williams) 10:02; 7. Kathleen Ashore (Claudio Pontiggia) 03:28; 8. Emola (Claudio Pontiggia) 04:44; 9. Kan Bale (Claudio Pontiggia) 01:03; 10. Kouskit Buan Ma Biha (Claudio Pontiggia) 01:58; 11. Theme from "C'era una volta in America" (Ennio Morricone) 07:29; 12. Profiad y botwm-cainc ruffydd ab adda ap dafydd 01:53.

Personnel

Claudio Pontiggia (direzione, voce); Fabrizio Pontiggia (tromba, flicorno), Alan Rusconi (sax soprano); Davide Paterlini (sax tenore); Claudio Piacente (sax tenore); Irene Ferrarese (arpa, arpa celtica); Donato Matola (chitarra); Alessandro Nespoli (batteria, percussioni); Douba Dembélé (percussioni, voce); Patrizio Usel (bodhran); Giuliano Ros (basso elettrico).

Album information

Title: Emola | Year Released: 2013 | Record Label: Brambus Records

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

Long Tall Sunshine
Barry Altschul's 3Dom Factor
Wonderful World
Chris Standring
Hope
Tomas Liska & Invisible World
Zero Grasses: Ritual for The Losses
Jen Shyu and Jade Tongue
Aufbruch
J. Peter Schwalm & Markus Reuter
Purvs
Liudas Mockūnas / Arvydas Kazlauskas

Popular

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded albums and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, limited reopenings and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary step that will help musicians and venues now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the sticky footer ad). Thank you!

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.