All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

Simone Beneventi - Andrea Rebaudengo: Duals

Neri Pollastri By

Sign in to view read count
Simone Beneventi - Andrea Rebaudengo: Duals
Tre composizioni di contemporanea per pianoforte e percussioni, di assai diverse durate -rispettivamente trentatré, sette e diciotto minuti -ma interpretate con unità stilistica dai due protagonisti, Simone Beneventi alle percussioni e Andrea Rebaudengo al pianoforte, grazie alle coloriture timbriche comuni. Questo il contenuto di Duals, che riprende il titolo dalla prima delle tre opere, a firma del compositore leccese Ivan Fedele.

Il lavoro di apertura, del 2016, oltre che il più lungo, è anche quello più articolato, diviso in cinque parti nelle quali vanno in scena situazioni sonore per molti aspetti simili, anche per la presenza di sole percussioni metalliche, ma radicalmente diverse per composizione timbrica: nella prima troviamo gong cinesi e percussioni tibetane, nella seconda steel drum e campanacci, nella terza solo piatti, nella quarta vibrafono, campanacci e glockenspiel, nell'ultima tamtam e campane a lastra. Tutto questo mentre il piano varia sonorità attraverso preparazioni e usi particolari, spesso di tipo percussivo. Gli scenari che si sviluppano, così, sono estremamente vari, passando da momenti sospesi ad altri estremamente intensi, da stilemi prossimi al jazz ad altri più liricamente evocativi. Musica che richiede attenzione per coglierne le sfumature e, soprattutto, per apprezzarne i contrasti, estremamente elaborati.

Il secondo lavoro, in un unico movimenti, porta la firma di Maurice Ohana ed è del 1982. Come da sottotitolo, si tratta di un dialogo tra i due strumenti, stavolta molto più "tradizionali": pianoforte da un lato, set batteristico dall'altra.

L'ultimo lavoro, di George Aperghis, è del 1995 e vede in scena pianoforte e marimba, quindi due strumenti in grado di intrecciarsi e dialogare in modo assai più paritetico che non nel caso delle strumentazioni precedenti. Qui l'atmosfera cambia maggiormente e assume un andamento più lirico, a momenti quasi sinfonico, in piena identità classico-contemporanea. Nelle quattro parti in cui è divisa la pièce i toni mutano ripetutamente, pur mantenendo una generale sospensione a cagione dell'ampio lavoro sulle pause.

Disco di indubbio interesse, eseguito con grande accuratezza e caratterizzato dalla finezza del dettaglio sonoro.

Track Listing

Ivan Fedele - Duals: First-Fifth Dual; Maurice Ohana - Etude d’interprétation n. 12: Imitations-Dialogues; George Aperghis - Quatre Pièces Fébriles: I-IV.

Personnel

Simone Beneventi: percussions; Andrea Rebaudengo: piano.

Album information

Title: Duals | Year Released: 2017 | Record Label: Stradivarius

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

Mono No Aware
Roberto Pianca Sub Rosa
Live at NIR Studios
Georg Graewe, Kjell Nordeson, Jon Raskin Trio
Breathe
Dr. Lonnie Smith
Beau Bow de Lune
Val McCallum
Jesup Wagon
James Brandon Lewis
Songs For Tracy
Frank Macchia

Popular

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded albums and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, limited reopenings and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary step that will help musicians and venues now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the sticky footer ad). Thank you!

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.