All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

0

Ibrahim Maalouf: Diasporas

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Ibrahim Maalouf: Diasporas
Trent'anni (a breve), nativo di Beirut ma francese d'adozione, Ibrahim Maalouf è personaggio piuttosto stimolante, con collaborazioni che spaziano da Archie Shepp a Sting. Da noi lo si è visto al penultimo Bergamo Jazz duettare con la conturbante danzatrice Fanny Coulm, mentre di un paio d'anni precedente è questo suo album d'esordio, di cui il trombettista libanese è l'assoluto protagonista (un po' come accade al nostro Li Calzi), pur attorniato da un cospicuo manipolo di coéquipiers, di cui rimane pur tuttavia l'indiscusso deus ex machina.

L'impatto con la sua musica è soffice, quasi "facile" (nel senso di accogliente, anche ammaliante), fra un techno-jazz non troppo spinto e atmosfere maggiormente (fisiologicamente) affacciate su tutta la cultura musicale del bacino mediorientale. Fra le chicche dell'opera, citeremmo il qanûn (cordofono orizzontale arabo-persiano) protagonista unico del terzo brano, che fa virare decisamente il lavoro verso temperature più squisitamente etniche, oltre che sperimentali, in ciò saldato al successivo "Hashish," di cui rappresenta una sorta di prologo. C'è poi un singolare arrangiamento (molto da film noir) della gillespiana "A Night in Tunisia," un nuovo etno-monologo, stavolta per ud, per parte sua connesso al seguente "Shadows," nonché, per qualità intrinseca, a "Verdict," suggellato un po' a sorpresa da una citazione di "Que sera sera".

Due (sedicenti?) bonus tracks chiudono degnamente il lavoro, ribadendo quell'iteratività che ne è fra le principali costanti (a volte persino troppo insistite). Bel disco d'esordio, dunque, per una personalità - come si accennava - da cui è lecito attendersi nuove confortanti prove.

Track Listing

Intro; Diaspora; Kanoun Improvisation; Hashish; Missin' Ya (Night In Tunisia); Oud Improvisation; Shadows; Verdict; Last Wishes; Trumpet Improvisation; 1925.

Personnel

Ibrahim Maalouf: trumpet; Alex McMahon: electronics; Francois Lalonde: drums, percussion; Elie Achkar: kanoun (3, 4) ; Elie Maalouf: buzuq (2, 9, 11); Kamel Labbaci: oud (6, 7); Vincent Segal: electric cello (11); Joshua Levitt: ney (4, 11); Michel Khairallah: violin (4, 7, 10, 11); Anis El-Hawi: violin (4, 7, 10, 11); Antoine Khalife: violin (4, 7, 10, 11); Angela Hounanian: cello (4, 7, 10, 11).

Album information

Title: Diasporas | Year Released: 2010 | Record Label: Discograph

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

Read The Rise Up
The Rise Up
Mehmet Ali Sanlikol
Read New York Moment
New York Moment
JC Hopkins Biggish Band
Read Pollinator
Pollinator
Matt Ulery
Read Hug!
Hug!
Matt Wilson Quartet
Read Touch & Go
Touch & Go
Susan Tobocman
Read The Ilkley Suite
The Ilkley Suite
Jamil Sheriff
Read Moving Through Worlds
Moving Through Worlds
Fiona Joy Hawkins

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.