Home » Articoli » Album Review » Dave Liebman: Live at Smalls

2

Dave Liebman: Live at Smalls

By

Sign in to view read count
Dave Liebman: Live at Smalls
Tre ampi brani per un totale che supera di un po' i settanta minuti di musica tirata e vibrante, colta dal vivo nel gennaio 2022 al celebre jazz club newyorchese, compongono questo notevole nuovo lavoro di Dave Liebman, una delle presenze più significative (e incidenti) della scena jazzistica ormai da oltre quarant'anni. Il gruppo protagonista dell'incisione, del resto, è di prima grandezza, a partire dal pirotecnico (ma mai per miracol mostrare, come si suol dire) trombettista Peter Evans, che si alterna al leader nel regalare assoli sempre pertinenti e capaci di infiammare e, nel contempo (nonché di conseguenza), di farsi ascoltare senza troppe mediazioni cerebrali.

Tutto procede dunque nel migliore dei modi, vitale e cangiante quanto necessario, senza un attimo di stasi creativa (ovviamente anche nelle prove del trio di supporto, sia in funzione di propellente al lavoro principale dei fiati, sia quando chiamato al centro delle operazioni, come entità o singolarmente), in modo tale da far apparire l'incisione (che, considerati i titoli, si ha motivo di credere frutto di sostanziale improvvisazione sul campo) sempre perfettamente centrata e convincente.

Un ascolto, come amiamo dire in questi casi, salvifico e quasi terapeutico.

Track Listing

The Beginning; The Middle; The End.

Personnel

Album information

Title: Live at Smalls | Year Released: 2023 | Record Label: Cellar Live


< Previous
2023 Look Back

Comments

Tags


For the Love of Jazz
Get the Jazz Near You newsletter All About Jazz has been a pillar of jazz since 1995, championing it as an art form and, more importantly, supporting the musicians who create it. Our enduring commitment has made "AAJ" one of the most culturally important websites of its kind, read by hundreds of thousands of fans, musicians and industry figures every month.

You Can Help
To expand our coverage even further and develop new means to foster jazz discovery and connectivity we need your help. You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky ads plus provide access to future articles for a full year. This winning combination will vastly improve your AAJ experience and allow us to vigorously build on the pioneering work we first started in 1995. So enjoy an ad-free AAJ experience and help us remain a positive beacon for jazz by making a donation today.

More

On The Scene
Gianmarco Ferri
Chinwag
Larry Goldings & John Sneider
Oceanic
Rob Brown

Popular

Get more of a good thing!

Our weekly newsletter highlights our top stories, our special offers, and upcoming jazz events near you.