All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

0

Dave Douglas: Dark Territory

Luca Muchetti By

Sign in to view read count
Dave Douglas: Dark Territory
Torna senza la paura di ripetersi. Dave Douglas richiama attorno a sé il collettivo di musicisti battezzato High Risk, coi quali solo un anno fa aveva confezionato un omonimo album, e parte a esplorare nuovi territori di jazz possibile. Lo fa citando, o incorporando elementi che gli amanti di Miles Davis troveranno familiari, e attingendo ancora a piene mani nelle infinite possibilità atmosferiche che l'elettronica permette.

È un inizio serrato nelle ritmiche e spezzettato nei fraseggi della tromba quello che il gruppo di musicisti riserva in "Celine," la cui atmosfera torbida cede il passo ben presto a una "All the Pretty Horsepower" che inizia con loop presi in prestito dal Bristol Sound, gioca a frullare suoni di strumenti indistinti, e instilla una tensione capace di attraversare oltre sette minuti di lunghe note dalla tromba di Douglas e stiratissime ombre elettroniche proiettate sullo sfondo da Shigeto Kamada coi bassi di Jonathan Maron.

Nel territorio oscuro al quale si fa riferimento nel titolo non filtra luce, e infatti anche "Let's Get One Thing Straight" non si discosta dalle cupe ed errabonde composizioni della prima metà dell'album. Qui affiora una batteria che sfiora il breakbeat, mentre i fiati annegano in un mare di bit e fruscii di fondo. "Mission Acropolis" si spinge anche più in là, lungo la via di un felice minimalismo in cui tutto pare far da impalcatura alle goffe movenze della tromba.

Chiude Dark Territory un trittico melmoso composto da "Ridge Hill" (bagliori di drum'n'bass e lontane scale arabeggianti), "Neural" (desertico e ubriachissimo divertissement fatto di riverberi e visioni in lontananza) e "Loom Large," unico brano in cui qualche colore filtra per squarciare il velo oscuro di Douglas e dei suoi. Ma è solo luce bianca, un taglio di luna che può tagliare.

Dark Territory è una delle migliori allucinazioni notturne di quest'anno.

Track Listing

Celine; All The Pretty Horsepower; Let's Get One Thing Straight; Mission Acropolis; Ridge Hill; Neural; Loom Large.

Personnel

Dave Douglas: trumpet; Shigeto: electronics; Jonathan Maron: bass; Mark Guiliana: drums.

Album information

Title: Dark Territory | Year Released: 2016 | Record Label: Greenleaf Music

Post a comment about this album

Watch

Tags

Shop Amazon

More

Read ALQE
ALQE
Antti Lotjonen Quintet East
Read Apura!
Apura!
Karl Evangelista
Read McModal
McModal
Markos Chaidemenos

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.