All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Marta Sanchez: Danza Imposible

Neri Pollastri By

Sign in to view read count
Terzo disco a proprio nome per la giovane pianista e compositrice madrilena Marta Sanchez, formazione classica e alcuni anni passati a New York dopo la decisione di dedicarsi interamente al jazz. La formazione che qui guida è un classico quintetto composta da un trio e da una front line di due sax, ma ha la particolarità di essere totalmente multinazionale, anche se tutti i musicisti attualmente risiedono a New York: il contraltista Roman Filiu ha origini cubane; il tenorista Jerome Sabbagh è parigino; il contrabbassista Rick Rosato è nato a Montreal; il batterista Daniel Dor è israeliano.

Questa composita provenienza geografico-culturale, tuttavia, non influenza tangibilmente la musica della formazione, poco più di quaranta minuti suddivisi in sette tracce tutte della Sanchez, che ha la forma di un jazz moderno fresco ed elegante, anche grazie alla scrittura accurata e complessa della leader, spesso nata da ispirazioni provenienti da ascolti, non necessariamente di jazz, che le hanno fornito lo spunto per delle composizioni originali.

Vi si evidenziano riff e ostinati, ora del piano, ora dei fiati, che vanno a comporre strutture ben determinate su tempi vari—lenti e meditativi la title track e ”Nebulosa”, più veloci e tesi altrove—ma anche aperte all'intervento dei solisti. Tra questi fatalmente hanno ampia scena i due fiati: più morbido e suadente il tenore di Sabbagh, che si può apprezzare fin dalla traccia di partenza, maggiormente teso e aggressivo il contralto di Filiu, che ha spazi ad esempio in ”El Girasol” e ”Board”. Ma anche la batteria di Dor emerge a più riprese in assoli atipici e narrativi (per esempio in ”Board”), così come il contrabbasso di Rosato (lo si ascolti nella parte iniziale di ”Junk Food”, in contrappunto con il pianoforte).

Dal canto suo la Sanchez si prende spazi a più riprese, intervenendo con note alte a scandire i passaggi oppure prendendosi veri e propri assoli, come nel caso di ”Flesh”. Ma nell'economia dei brani è assai importante il modo in cui i solisti si avvicendano, spesso completando un pezzo ciascuno il discorso narrativo, conferendo così una precisa e sofisticata identità alle composizioni.

Lavoro piacevolissimo e interessante, sia per la particolarità dei brani, sia per l'indubbia qualità dei solisti.

Track Listing: Copa de Luz; Danza Imposible; Scillar; El Girasol; Board; Nebulosa; Flesh; Junk Food.

Personnel: Roman Filiu: alto saxophone; Jerome Sabbagh: tenor saxophone; Marta Sánchez: piano; Rick Rosato: bass; Daniel Dor: drums.

Title: Danza Imposible | Year Released: 2017 | Record Label: Fresh Sound New Talent

Tags

Watch

comments powered by Disqus

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Album Reviews
General Articles
Album Reviews
Read more articles
Danza Imposible

Danza Imposible

Fresh Sound New Talent
2017

buy
Partenika

Partenika

Fresh Sound New Talent
2015

buy

Upcoming Shows

Related Articles

Read Shafted Album Reviews
Shafted
By Edward Blanco
July 17, 2019
Read Live at the Bird’s Eye Jazz Club Album Reviews
Live at the Bird’s Eye Jazz Club
By Don Phipps
July 17, 2019
Read New Year Album Reviews
New Year
By Dan Bilawsky
July 17, 2019
Read Confluence Album Reviews
Confluence
By Karl Ackermann
July 17, 2019
Read Confluence Album Reviews
Confluence
By Dan McClenaghan
July 16, 2019
Read Movimenti Album Reviews
Movimenti
By Geno Thackara
July 16, 2019
Read A New Home Album Reviews
A New Home
By Mark Corroto
July 16, 2019