0

Jeff Denson Quartet: Concentric Circles

Neri Pollastri By

Sign in to view read count
Jeff Denson Quartet: Concentric Circles Quartetto classico con piano, contrabbasso e batteria, questo a nome del compositore e contrabbassita Jeff Denson si distingue per la presenza come fiato di un fagotto, strumento decisamente atipico, nelle mani di Paul Hanson. Questa particolarità caratterizza un lavoro per il resto abbastanza convenzionale, incentrato perlopiù su ritmi molto serrati e composto interamente da brani originali -tutti a firma di Denson -eccetto il solo conclusivo "I Got It Bad," omaggio a Duke Ellington per solo contrabbasso.

Aldilà del timbro caratteristico di uno strumento come il fagotto, il disco è comunque apprezzabile per la brillantezza delle composizioni e la ricchezza degli arrangiamenti. Il colore del fagotto è molto interessante ed è sorprendete l'agilità con la quale viene suonato da Hanson -anche se in un contesto qual è quello jazzistico lo strumento non riesce ad avere l'espressività di un sassofono o di un clarinetto, dei quali in buona sostanza riprende le tracce improvvisative. Ma l'ottimo lavoro della ritmica, con l'eccellente e variata batteria di Alan Hall e -soprattutto -la qualità strumentale del leader al contrabbasso, apprezzabile a pieno nella traccia finale ma sempre tangibile negli altri brani, fanno 'sì che l'intero lavoro sia sempre gustoso e intrigante. Merita una menzione anche il pianista Dan Zemelman, che si prende pochi e non amplissimi spazi, ma li usa molto bene in funzione anch'egli soprattutto ritmica.

In due tracce -"Wishing Well" e "Once the Door Open" -Denson è impegnato anche alla voce, alla quale mostra buone qualità, ma i due brani appaiono complessivamente i meno interessanti dell'album, anche a causa del prevalere in essi di quella convenzionalità che caratterizza un lavoro, comunque, piacevole e interessante.

Track Listing: City Life on Trains; Anticipation; A Thought That Lingers; Wishing Well; Look Before You Leap; Time Waits for No One; 21st Century Blues; Once the Door Opens; Circle; I Got It Bad.

Personnel: Jeff Denson: contrabbasso, voce; Paul Hanson: fagotto; Dan Zemelman: pianoforte; Alan Hall: batteria.

Year Released: 2016 | Record Label: Ridgeway Records | Style: Straight-ahead/Mainstream


Related Video

Shop

More Articles

Read Circles CD/LP/Track Review Circles
by Dan McClenaghan
Published: March 24, 2017
Read Windmills CD/LP/Track Review Windmills
by Edward Blanco
Published: March 24, 2017
Read Ugly Beautiful CD/LP/Track Review Ugly Beautiful
by David A. Orthmann
Published: March 24, 2017
Read Trickster CD/LP/Track Review Trickster
by Glenn Astarita
Published: March 24, 2017
Read Caipi CD/LP/Track Review Caipi
by Geannine Reid
Published: March 24, 2017
Read United CD/LP/Track Review United
by Mark Sullivan
Published: March 23, 2017
Read "Live in 1967 Volume Two" CD/LP/Track Review Live in 1967 Volume Two
by Doug Collette
Published: May 28, 2016
Read "Till They Lay Me Down" CD/LP/Track Review Till They Lay Me Down
by Roger Farbey
Published: December 5, 2016
Read "With Due Respect" CD/LP/Track Review With Due Respect
by Chris Mosey
Published: June 23, 2016
Read "A Result of the Colors" CD/LP/Track Review A Result of the Colors
by Tyran Grillo
Published: June 8, 2016
Read "Alien Flower Sutra" CD/LP/Track Review Alien Flower Sutra
by Karl Ackermann
Published: May 24, 2016
Read "Crystal Moth" CD/LP/Track Review Crystal Moth
by Glenn Astarita
Published: January 1, 2017

Post a comment

comments powered by Disqus

Sponsor: DOT TIME RECORDS | BUT IT  

Support our sponsor

Support All About Jazz's Future

We need your help and we have a deal. Contribute $20 and we'll hide the six Google ads that appear on every page for a full year!