All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Joe Morris: Colorfield

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Gli ammiratori di Joe Morris non hanno di che lamentarsi. I suoi dischi pubblicati nel 2009, tra lavori in proprio e partecipazioni a progetti altrui (Matthew Shipp, David S. Ware) sono stati una decina, uno in meno rispetto all'anno precendente.

Su questo disco il bostoniano riprende in mano la chitarra (di recente sovente messa da parte a favore del contrabbasso), deliziandoci con la sua personale cifra espressiva e la ricerca volta ad ampliare i confini della libera improvvisazione. Tra i chitarristi dell'avanguardia contemporanea è uno dei più originali.

A suo agio nei piccoli contesti, Joe Morris torna a incidere con un trio formato dai notevoli Steve Lantner al pianoforte e Luther Gray alla batteria. L'assenza di un contrabbasso è significativa ma le combinazioni strumentali di Morris sono sempre un po' inusuali: tanto per restare ai dischi del 2009, The Necessary and the Possibile (Victo) lo vedeva in trio col clarinetto di Alex Ward e il contrabbasso di Simon Fell mentre in Wildlife (AUM Fidelity) si presentava egli stesso al basso accanto a Petr Cancura ai sassofoni e Luther Gray alla batteria.

Questo disco è stato inciso nel maggio 2009, un mese prima la registrazione dell'ottimo Today on Earth (AUM Fidelity) e vede i tre musicisti impegnati in quattro lunghi brani liberamente improvvisati. L'estetica è indiscutibilmente free (nel senso più ampio del termine, inclusi i riferimenti alla stagione storica) ma il rigore formale, le lunghe linee melodiche in relazione reciproca immettono una matrice cool, che ha le sue radici in Tristano e si amplia ad inglobare astrazioni cameristiche.

L'interplay è intenso sia nei brani a struttura più rarefatta che in quelli caratterizzati da un veemente confronto improvvisato. L'assenza del contrabbasso crea relazioni più libere, permettendo alla musica di fluire ed espandersi nello spazio, sviluppando le idee che nascono dalle reciproche sollecitazioni.

La pregnante chitarra di Morris svolge un ruolo significativo ma non preponderante, lasciando a Lantner l'occasione di splendidi interventi solisti mentre Gray dà il meglio nel gioco collettivo, come continua fonte d'impulsi, colorazioni timbriche e frammentazioni ritmiche.

Track Listing: 01. Transparent; 02. Silver Sun; 03. Purple Distant; 04. Bell Orange Curves. Tutte le composizioni sono di Joe Morris.

Personnel: Joe Morris (chitarra); Steve Lantner (pianoforte); Luther Gray (batteria).

Title: Colorfield | Year Released: 2010 | Record Label: ESP Disk

About Joe Morris
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read A Throw Of Dice
A Throw Of Dice
By Dan McClenaghan
Read Roma
Roma
By Mike Jurkovic
Read e-motion
e-motion
By Nicholas F. Mondello
Read The Real Blue
The Real Blue
By Jack Bowers
Read City Abstract
City Abstract
By Dan Bilawsky
Read Spectrum
Spectrum
By Mike Jurkovic
Read Munich 2016
Munich 2016
By Karl Ackermann
Read Sounds of 3 Edition 2
Sounds of 3 Edition 2
By Geno Thackara