All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Greg Burk: Clean Spring

Maurizio Zerbo By

Sign in to view read count
Con questo bel CD il pianista statunitense dimostra per l'ennesima volta la sua classe di compositore e improvvisatore. Probabilmente il fatto di risiedere in Italia ha arricchito di tinte più melodiche un ampio florilegio di tecnica pianistica, che spazia tra scansioni irregolari e rarefazioni improvvise. Composto da sole composizioni originarie, il repertorio proposto ha il merito di sottrarsi all'abusato stile evansiano, oggi acriticamente di moda tra i suoi colleghi.

Clean Spring è un disco di profonda ricerca, con un affascinante gioco di scatole cinesi nel segno dell'improvvisazione estemporanea. Vi si ritrovano in sintesi matura, i tratti salenti di una ricerca proiettata oltre i modelli di riferimento (Paul Bley, Cecil Taylor, ma, come già sottolineato, si intravede una dimensione più intima e riflessiva inserita in una logica minimalista.

Il flusso musicale proposto si distingue anche per la capacità di creare tensione per accumulo e per iterazione di note. Ne risulta un'opera di indubbio spessore artistico ed emotivo.

Track Listing: Song For Iaia; Blues For Yusef Lateef; A Simple Question; Solo Una Camminata; Clean Spring; Serena; Oasis; Four Reasons; Escher Dance; Amore Trovato; Ionosphere; Out At Night; Tonos; Not Forever.

Personnel: Greg Burk: piano.

Title: Clean Spring | Year Released: 2016 | Record Label: Steeplechase Lookout

About Greg Burk
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Watch

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read Lisipi
Lisipi
By Dan McClenaghan
Read Reminiscing In Tempo
Reminiscing In Tempo
By C. Michael Bailey
Read Strandwal
Strandwal
By Mark Corroto