All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

1

Lucas Niggli Big Zoom: Celebrate Diversity

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Con questo quintetto, il batterista e compositore svizzero Lucas Niggli ha trovato lo strumento ideale per esprimere la sua ricca scrittura, in bell'equilibrio tra avanguardia e tradizione, passione e ragione, forme cameristiche e libera improvvisazione.

A chi conosce il percorso musicale del leader, lungo e articolato considerando l'età (39 anni), il Big Zoom è un nome familiare. Costituisce l'ampliamento del Lucas Niggli's Zoom, trio fondato nel 1999 con il trombonista Nils Wogram ed il chitarrista Phillip Schaufelberger. I nuovi arrivati sono il contrabbassista Peter Herbert e clarinettista Claudio Puntin, quest'ultimo già presente nel collettivo che nel 2003, ha inciso Sweat, sempre per la Intakt Records.

Presentando questo disco ai lettori il primo riferimento è Henry Threadgill. Come quella del geniale leader statunitense, la musica di Niggli è avventurosa, ricca di cambi di direzione, sorprese ritmiche e si snoda su piani espressivi diversi. Il batterista è un raffinato evocatore di atmosfere cameristiche, spesso rarefatte, che puntualmente stravolge in un turbinio di collettivi convulsi e variopinti interventi improvvisati. Abbiamo parlato di Threadgill, anche per la somiglianza di certe soluzioni formali (linee tematiche ispirate a marce, l'urgenza espressiva delle parti in unisono) ma sarebbe appropriato citare anche Mingus, per la ricchezza delle soluzioni timbriche e la partitura votata ad accostare climi e stilemi in contrasto tra loro. Il tutto filtrato dalla particolare sensibilità di strumentista mitteleuropeo, attratto da un quadro formale coerente e attento ai dettagli.

In questo percorso i solisti hanno ampi spazi di libertà e ne fanno buon uso. Sostenuti da una ritmica fantasiosa e stimolante (anche in questo Niggli è un maestro) le tre voci in front line esprimono le loro doti. Nils Wogram è uno dei massimi trombonisti oggi in Europa, Claudio Puntin è un clarinettista tanto estroverso quanto tecnicamente brillante, Phillip Schaufelberger un chitarrista dotato di naturale senso lirico, che evidenzia una bella sonorità morbida e un fraseggio introspettivo.

Per concludere, Celebrate Diversity costituisce un lavoro che dimostra quanto sia possibile trovare ancora sintesi nuove e avvincenti, senza cadere nelle secche di una sterile e noiosa sperimentazione.

Track Listing: 01. Celebrate Diversity - 12.33; 02. Pidgin - 7:46; 03. Schluss - 5:03; 04. Bridges From Good Times - 11:13; 05. Screen Sleep - 5:59; 06. Grosse Sprünge - 4:51; 07. Fly & Foggy - 3:05; 08. Dance For Hermeto - 6.32; 09. Parallel Universum - 4:32; 10. Deux Lezards - 2:00. Tutte le composizioni sono di Lucas Niggli.

Personnel: Nils Wogram (trombone, melodica); Claudio Puntin (clarinetto); Philipp Schaufelberger (chitarra); Peter Herbert (contrabbasso); Lucas Niggli (batteria, percussioni).

Title: Celebrate Diversity | Year Released: 2007 | Record Label: Intakt Records

Tags

comments powered by Disqus

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Album Reviews
Read more articles
 

Live 2012

Point Music
2013

buy
Riomar

Riomar

Nwog Records
2013

buy
 

Home

Art Flo Productions
2013

buy
Complete Soul

Complete Soul

Nwog Records
2012

buy
 

Green Sounds

ILK Music
2012

buy
 

Moods And Modes

Point Music
2011

buy

Related Articles

Read Shafted Album Reviews
Shafted
By Edward Blanco
July 17, 2019
Read Live at the Bird’s Eye Jazz Club Album Reviews
Live at the Bird’s Eye Jazz Club
By Don Phipps
July 17, 2019
Read New Year Album Reviews
New Year
By Dan Bilawsky
July 17, 2019
Read Confluence Album Reviews
Confluence
By Karl Ackermann
July 17, 2019
Read Confluence Album Reviews
Confluence
By Dan McClenaghan
July 16, 2019
Read Movimenti Album Reviews
Movimenti
By Geno Thackara
July 16, 2019
Read A New Home Album Reviews
A New Home
By Mark Corroto
July 16, 2019