All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

1

Carl Grubbs: Brother Soul

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Carl Grubbs: Brother Soul
Non è un nome notissimo, quello di Carl Grubbs - che forse qualcuno ricorderà nella prima formazione dello straordinario sestetto di Julius Hemphill o le più recenti incisioni con Odean Pope - ma giunto ormai oltre la soglia dei sessant'anni, il sassofonista della Pennsylvania è certamente artista di solida esperienza e buona personalità.

In questa incisione per la CIMP, registrata nel giugno del 2005, lo troviamo alla testa di un quartetto "pianoless" in compagnia di Salim Washington - che al sax tenore affianca flauto e oboe - di Steve Neil al contrabbasso e dell'affidabile Ronnie Burrage alla batteria.

Particolarità di questa incisione è che Grubbs sceglie per la prima volta il sax tenore, insieme ai più consueti contralto e soprano, per una tavolozza che gli consente ampiezza di movimenti.

Il repertorio è prevalentemente costituito da brani originali di Grubbs, ma l'apertura è per "Joy", composta dal fratello Earl e c'è spazio anche per una rapida composizione istantanea collettiva e per la celebre "Smile" chapliniana. Ci sono alcuni brani che si riallacciano, direttamente o meno, all'esperienza dei primi anni Settanta con i Grubbs Brothers [ad esempio "Neptune"] e tutto il lavoro è attraversato da una intensa concentrazione di tipo spirituale e energetica, bene assecondata dai compagni di avventura.

La scrittura di Grubbs risulta così efficace e diretta, con le radici ben piantate nella tradizione e un respiro che lascia ampie volute alle parti soliste: i temi non sono propriamente indimenticabili [pensiamo alla rigidità di una "Reaching for a Star"] ma comunque piacevoli, l'impasto delle due ance di volta in volta incisivo o pensoso, il clima quello di una buona serata in compagnia, senza picchi particolari, ma sempre sull'onda buona.

Si ricorderanno così il sapore brumoso di "Barbara Dear", dedicato alla moglie o l'evocatività di "Pygmy Music", la sincerità dei momenti solistici e della musica stessa di questo "fratello dell'anima" che è Carl Grubbs.

Track Listing

01. Joy - 9:08; 02. Neptune - 12:24; 03. Reaching For A Star - 9:50; 04. Smile - 5:03; 05. Steve - 3:54; 06. Barbara Dear - 7:34; 07. Pygmy Music - 5:02; 08. Brother Soul - 5:10; 09. Gordon - 8:55

Personnel

Carl Grubbs (sax soprano, contralto e tenore); Salim Washington (sax tenore, oboe, flauto); Steve Neil (contrabbasso, mbira); Ronnie Burrage (batteria)

Album information

Title: Brother Soul | Year Released: 2006 | Record Label: CIMP Records

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

Read Duplexity
Duplexity
John Blum and Jackson Krall
Read Now
Now
Lafayette Gilchrist
Read 25 Years
25 Years
Edward Simon
Read Splatter
Splatter
Roscoe Mitchell
Read Then Now
Then Now
Matthew Shipp / Rob Brown
Read Free Hoops
Free Hoops
Sylvie Courvoisier Trio

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.