All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

Dear All About Jazz Readers,

If you're familiar with All About Jazz, you know that we've dedicated over two decades to supporting jazz as an art form, and more importantly, the creative musicians who make it. Our enduring commitment has made All About Jazz one of the most culturally important websites of its kind in the world reaching hundreds of thousands of readers every month. However, to expand our offerings and develop new means to foster jazz discovery we need your help.

You can become a sustaining member for a modest $20 and in return, we'll immediately hide those pesky Google ads PLUS deliver exclusive content and provide access to future articles for a full year! This combination will not only improve your AAJ experience, it will allow us to continue to rigorously build on the great work we first started in 1995. Read on to view our project ideas...

2

Vijay Iyer Trio: Break Stuff

Vincenzo Roggero By

Sign in to view read count
Dopo l'escursione nel terreno minato del quartetto d'archi e delle ambientazioni cameristiche del precedente lavoro per ECM (Mutations), risolta al solito brillantemente, Vijay Iyer ritorna allo storico trio acustico, con Stephan Crump e Marcus Gilmore, attivo da undici anni, qui al debutto per la prestigiosa etichetta bavarese. E lo fa licenziando il solito grande album, aggiungendo ulteriori tasselli ad una personale interpretazione del piano trio che sembra aver raggiunto in Break Stuff una possibile quadratura del cerchio.

I brani paiono per la maggior parte comparire dal nulla, senza preavviso, senza canoniche introduzioni, e nel nulla scompaiono, assorbiti da un spazio che ne ingigantisce forme, sviluppi e sostanza. La struttura delle composizioni, anche quando apparentemente rigida -Iyer inserisce qua e là le reiterazioni ossessive tipiche della musica carnatica -per un' alchemica combinazione di fattori risulta indefinita, fluttuante, aperta a molteplici soluzioni, svincolata dalla forza di gravità della routine e di scontate evoluzioni.

Ma sono la concezione del silenzio e l'uso delle pause a caratterizzare l'incisione, elementi semantici che fungono da catalizzatori di pensieri e di risorse. Attorno a queste assenze prendono forma delle vere e proprie agorà creative nelle quali i musicisti rispondono a sollecitazioni non previste, rielaborano stimoli e sviluppano strategie improvvisative di impensabile vitalità ritmica. Il tocco di Iyer diventa poi il valore aggiunto di una formazione compatta, dinamica, sofisticata, imprevedibile. Naturalmente camaleontico, riveste secondo necessità le esecuzioni di sonorità concertistiche, di coloriture scintillanti vicine al Fender Rhodes o di secche dissonanze, mantenendo viva e riconoscibile una cifra stilistica del tutto originale.

Così anche i tre standard presenti in Break Stuff risultano funzionali ad una visione musicale perennemente proiettata in avanti e consapevolmente ancorata ai maestri. In "Work," ad esempio, Iyer aggiunge essenzialità ad essenzialità, rispetta le traiettorie oblique care a Thelonious Monk, ne conserva gli elementi oscuri e misteriosi ma fa emergere una vena di delicato swing che crea un riuscito gioco di contrasti con gli umori della composizione. "Blood Count," ultimo brano uscito dalla penna di Billy Strayhorn, è un piano solo di rara intensità, commovente, minimale, spogliato da qualsiasi orpello di retorica, ma tremendamente evocativo. Meraviglioso poi è lo svelamento di "Countdown" -il brano più corto (poco più di due minuti) del seminale Giant Steps di John Coltrane -con il trio che, dopo aggrovigliati percorsi melodici e frammentate scansioni ritmiche, fa emergere maestosa una sequenza di accordi entrata nella storia del jazz.

Track Listing: Starlings; Chorale; Diptych; Hood; Work; Taking Flight; Blood Count; Break Stuff; Mystery Woman; Geese; Countdown; Wrens.

Personnel: Vijay Iyer: piano; Stephan Crump: double bass; Marcus Gilmore: drums.

Title: Break Stuff | Year Released: 2015 | Record Label: ECM Records

Tags

Watch

comments powered by Disqus

Upcoming Shows

Date Detail Price
Mar10Sun
Vijay Iyer, Piano And Matt Haimovitz, Cello
Mondavi Center for the Performing Arts
Davis, CA
$35
Mar12Tue
Vijay Iyer And Craig Taborn: The Transitory Poems
Roulette
Brooklyn, NY
$18
Mar14Thu
CHARLES TOLLIVER PAPER MAN
Blue Note New York
New York, NY
$20.00
Mar14Thu
CHARLES TOLLIVER PAPER MAN
Blue Note New York
New York, NY
$20.00
Mar15Fri
CHARLES TOLLIVER PAPER MAN
Blue Note New York
New York, NY
$20.00
Mar15Fri
CHARLES TOLLIVER PAPER MAN
Blue Note New York
New York, NY
$20.00
Mar16Sat
CHARLES TOLLIVER PAPER MAN
Blue Note New York
New York, NY
$20.00

Shop

Start your shopping here and you'll support All About Jazz in the process. Learn how.

Related Articles

Read Barriers Album Reviews
Barriers
By Karl Ackermann
February 16, 2019
Read Fractal Guitar Album Reviews
Fractal Guitar
By John Kelman
February 16, 2019
Read The Early Bird Gets Album Reviews
The Early Bird Gets
By Mark Corroto
February 16, 2019
Read The Newest Sound You Never Heard Album Reviews
The Newest Sound You Never Heard
By Jerome Wilson
February 16, 2019
Read Think Big: Like Me Album Reviews
Think Big: Like Me
By Paul Naser
February 16, 2019
Read Melodic Ornette Coleman: Piano Works XIII Album Reviews
Melodic Ornette Coleman: Piano Works XIII
By Karl Ackermann
February 15, 2019
Read Free Fall Album Reviews
Free Fall
By Peter Hoetjes
February 15, 2019