All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

0

Frode Gjerstad: Bop Stop

Giuseppe Segala By

Sign in to view read count
Frode Gjerstad: Bop Stop
A cavallo tra gli anni Settanta e Ottanta, quando nella scena jazz norvegese la presenza dell'etichetta germanica Ecm stimolava e indirizzava le scelte di tanti musicisti, il sassofonista Frode Gjerstad si volgeva a un altro panorama, cercando il contatto con le odissee procellose dell'improvvisazione storica europea, volgendosi soprattutto all'area britannica. Qui collaborò con grandi maestri che fin dagli anni Sessanta avevano messo in fermento il mondo musicale del Vecchio Continente. Tra questi, il batterista John Stevens, che nel 1966 aveva dato vita allo Spontaneous Music Ensemble, straordinaria formazione a organico variabile, una tra le autentiche turbine della musica improvvisata europea.

Gjerstad collaborò con Stevens dal 1981 fino alla morte del batterista, nel 1994, facendo parte del gruppo Details insieme al contrabbassista di origine sudafricana Johnny Dyani. Da quell'esperienza passarono pure altri meravigliosi spiriti liberi come il cornettista Bobby Bradford e il violinista Billy Bang. Naturalmente alle collaborazioni di Gjerstad si andarono aggiungendo tante altre esperienze, spesso maturate in organici ridotti come il duo e il trio, tra le quali ricordiamo quelle con il chitarrista Derek Bailey, il pianista Borah Bergman, il sassofonista Peter Brötzmann, il contrabbassista William Parker.

Anche negli anni più recenti, il sassofonista ormai settantenne è stato fedele a questo ambito dell'improvvisazione totale e senza compromessi, in cui si ravvisano echi di Ornette, di Dolphy e dove è generoso l'utilizzo di tecniche che estendono la tavolozza espressiva del contralto. Come testimonia questa registrazione pubblicata dall'etichetta Clean Feed, che propone un concerto dal vivo del settembre 2017 al The Bop Stop di Cleveland, con il trio imperniato sul sodalizio, ormai più che ventennale, con un altro campione del free norvegese, il batterista Paal Nilssen-Love. Il giovane contrabbassista Jon Rune Strøm completa la formazione, che opera ormai da qualche anno e in questo caso ospita l'illustre trombone di Steve Swell.

Nei quattro lunghi brani la musica scorre vigorosa e densa, raggiungendo momenti di autentica ebollizione collettiva. L'incontro tra il trio di Gjerstad e il trombonista si era già verificato in precedenti occasioni, tra cui quella documentata nel CD At Constellation, registrato nel 2014. Lo stimolo reciproco è evidente e coinvolge spesso l'ascoltatore: si impernia sui vivaci intrecci dei due fiati, pungolati e accidentati dalla percussione veemente di Nilssen-Love e dal differenziato lavoro del contrabbasso. La narrazione che ne scaturisce è di alto livello emotivo e costruttivo, anche se non si discosta da una modalità free ormai ben consolidata e conosciuta.

Track Listing

Bop Stop; Stop Bop; Pop Bop; Post Stop.

Personnel

Frode Gjerstad: alto saxophone; Steve Swell: trombone; Jon Rune Strøm: double bass; Paal Nilssen-Love: drums & percussion.

Album information

Title: Bop Stop | Year Released: 2018 | Record Label: Clean Feed Records

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.