All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Headless Cat: Blind Tail

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Questo trio è attivo da un paio d'anni ed è nato da una costola del collettivo Orange Room, il sestetto guidato dal sassofonista livornese Beppe Scardino operante all'interno del collettivo/etichetta El Gallo Rojo.

Il più noto dei componenti è Francesco Bigoni, che ottiene crescenti riconoscimenti dai colleghi e dalla stampa come uno dei migliori sassofonisti dell'ultima generazione. Da qualche anno si classifica ai primi posti nel referendum della critica italiana e fa parte dei migliori gruppi del nostro jazz più innovativo: la Cosmic Band di Gianluca Petrella, l'Orange Room di Scardino, lo Shtik di Zeno De Rossi, l'Outvestigation di Stefano Battaglia. Anche Borghini e Scettri sono due dei migliori strumentisti della loro generazione, operanti di preferenza nella fervida scena dell'avanguardia musicale bolognese.

Questo debutto discografico come formazione ci dà la piena misura delle loro capacità di operare sul terreno impervio della libera improvvisazione: nel disco - registrato nel settembre 2008 - abbiamo sei brani medio-lunghi dove l'empatia è fortissima, in un gioco di ardite esplorazioni, che prendono spunto da imput tematici o sollecitazioni ritmiche. Ascoltando i vari brani più che all'esperienza del free jazz o del post-free viene in mente l'astratto sperimentalismo della scuola Cool, quella di Tristano, Konitz e Marsh oppure il trio di Jimmy Giuffre con Bley e Swallow.

C'è piena libertà ma anche raziocinio ed un controllo delle dinamiche assolutamente maturo.

L'originalità del nome ci viene spiegata dallo stesso Bigoni che presentando il disco parla di "Tre musicisti che, decapitati delle consuetudini e dei pesanti bagagli fraseologici, si scoprono dotati di una felina rapidità di esecuzione e di un intrigante gusto del rischio".

Un percorso musicale tanto suggestiva quanto impegnativo per chi non è avvezzo alla libera improvvisazione e certamente coraggioso in questo periodo storico: il flusso del dialogo trascolora velocemente da un'atmosfera all'altra in un gioco inventivo che coniuga camerismo, sequenze magmatiche di forte impatto emozionale ma anche schegge di swing, secondo i modelli classici. Un'ultima considerazione sulle grandi capacità espressive di Bigoni e soprattutto sul suono del suo tenore, uno dei più affascinanti e magnetici della scena attuale.

Track Listing: 01. Cleaver #1 - 8:13; 02. Cleaver #2 - 7:36: 03. Cleaver #3 - 7:10; 04. Cleaver #4 - 7:36; 05. Cleaver #5 - 10:00; 06. Cleaver #6 - 13:57. Tutti i brani sono collettivamente improvvisati sulla base di canovacci scritti da Bigoni, Borghini e Scettri.

Personnel: Francesco Bigoni (sax tenore) Antonio Borghini (contrabbasso) Federico Scettri (batteria).

Title: Blind Tail | Year Released: 2010

About Francesco Bigoni
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read A Throw Of Dice
A Throw Of Dice
By Dan McClenaghan
Read Roma
Roma
By Mike Jurkovic
Read e-motion
e-motion
By Nicholas F. Mondello
Read The Real Blue
The Real Blue
By Jack Bowers
Read City Abstract
City Abstract
By Dan Bilawsky
Read Spectrum
Spectrum
By Mike Jurkovic
Read Munich 2016
Munich 2016
By Karl Ackermann
Read Sounds of 3 Edition 2
Sounds of 3 Edition 2
By Geno Thackara