All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

1

Doug Munro: Big Boss Bossa Nova 2.0

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Il chitarrista americano Doug Munro ci offre una sorta di secondo capitolo dell'avventura iniziata con Big Band Bossa Nova alcuni anni or sono. In questo caso si rimane strettamente aderenti alla formula del trio con il bassista Michael Goetz sempre pronto a fornire il necessario supporto e i batteristi Jason Devlin e Jason Anderson pronti ad alternarsi ai tamburi.

La musica di questo album ha spesso un intenso sapore brasiliano, anche quando va a toccare classici del jazz americano come "Bemsha Swing" di Monk e "Fee-Fi-Fo-Fum" di Wayne Shorter. Non mancano altri standard abbastanza noti e alcune composizioni originali di Munro. L'approccio è pieno di passione e spesso la chitarra acustica di Munro sembra essere forzata nell'articolazione per consentire al chitarrista di lasciar emergere tutto il fuoco che evidentemente sente dentro.

Già dalla bella versione iniziale della celebre "Spain" di Chick Corea risulta ben definito il genere di scenario nel quale questa musica va a collocarsi. Un mondo baciato dal sole e dai bagliori dell'approccio positivo. Munro alterna la chitarra acustica con una Takamine elettrificata e sa cogliere con sapiente mestiere tutte le sottigliezze di una musica che si lascia ascoltare molto piacevolmente.

Qualche piccolo dubbio emerge quando si tenta di forzare la componente timbrica, come accade in "Devil's Haircut" e nella lunga "Little Swunflower". In queste due circostanze gli effetti applicati alla chitarra di Munro rischiano di essere un po' troppo caricaturali, probabilmente senza realmente volerlo.

Questa musica va presa per quello che è, cercare di forzarla sembra produrre un effetto controproducente. Per fortuna il tentativo è abbastanza circoscritto e non provoca danni evidenti. Risulta molto più efficace far emergere una intensa vena blues come nell'introduzione di "Blue Seven" affidata a basso acustico di Goetz o battere la strada della energia scoppiettante come nella successiva "A Day at the Races", una composizione originale di Munro che paga un evidente omaggio alla celeberrima "A Night in Tunisia" di Dizzy Gillespie.

Track Listing: Spain; Bemsha Swing; Stick N' Stones; Devil's Haircut; Blue Seven; A Day At The Races; Little Sunflower; Fee-Fi-Fo-Fum; Something I Heard; Prayer.

Personnel: Doug Munro: acoustic guitar, Takamine guitar, hand percussions; Michael Goetz: bass; Jason "J Dog" Devlin: drums (2-5, 7-10); Jason Anderson: drums (1, 6).

Title: Big Boss Bossa Nova 2.0 | Year Released: 2008 | Record Label: Chase Music Group

Tags

comments powered by Disqus

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related Articles

Read Avec le temps Album Reviews
Avec le temps
By Mark Sullivan
April 23, 2019
Read Snaketime: The Music Of Moondog Album Reviews
Snaketime: The Music Of Moondog
By Mark Corroto
April 23, 2019
Read Requiem for a New York Slice Album Reviews
Requiem for a New York Slice
By Mark Corroto
April 23, 2019
Read Trion Album Reviews
Trion
By Dan McClenaghan
April 22, 2019
Read LE10 18-05 Album Reviews
LE10 18-05
By Jakob Baekgaard
April 22, 2019
Read After the Rain: A Night for Coltrane Album Reviews
After the Rain: A Night for Coltrane
By Jakob Baekgaard
April 21, 2019
Read Cadillac Turns Album Reviews
Cadillac Turns
By Troy Dostert
April 21, 2019