All About Jazz

Home » Articoli » CD/LP/Track Review

0

Soren Gemmer: At First

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
At First è l'album di esordio del giovane e promettente pianista e compositore Soren Gemmer. Il ventinovenne band leader affronta la musica efficacemente, sviluppando dialetticamente il rapporto tra composizione, arrangiamento e improvvisazione senza mai privilegiare troppo un aspetto sugli altri (per quanto la scrittura appaia decisamente preminente). Di sicuro vi è un indiscusso tributo ad alcuni padri nobili della musica contemporanea e per capire quali sono i modelli estetici e compositivi di riferimento bisognerebbe sforzarsi di estrapolare il suono del pianoforte da quello complessivo del gruppo (un quartetto con chiatarra, contrabbasso e batteria) e immaginarsi come suonerebbero le tracce se tutte le melodie proposte fossero suonate da quell'unico strumento. Risulterebbe una chiara e motivata propensione allo sviluppo di temi e tematiche armoniche riconducibili al modernismo di Satie, Debussy ("Mork") ma soprattutto Prokofiev ("Stay Silent" è una parafrasi della "Visions Fugitives No.1" del compositore russo) e Shostakovich - al quale dedica anche una composizione omonima - più che a tasteristi della storia del jazz. Immaginarsi tale scenario, arricchito e ampliato dagli interventi degli altri strumenti, che si muovono sempre all'interno della cornice compositiva deliniata dal piano (talvolta anche in contrappunto), equvarrebbe a "indicizzare" la cifra stilistica del disco.

Non è che manchino modelli jazzistici di riferimento, tutt'altro, "Rhythm's a Bitch" sembra un brano ispirato al mondo espressivo della coppia Lennie Tristano/Billy Bauer, con conseguente interazione strumentale tra piano e chitarra, ma è nello sviluppo dei pezzi su atmosfere meditate e tendenti alla rarefazione che non si lasciano spazi a eccessivi rimandi culturali, se non a quelli che rientrano nel mondo simbolico di Gemmer e di cui si è detto sopra.

Il giovane band leader si dimostra abile demiurgo musicale del progetto. At First è di sicuro un album ricco di progettualità e di atmosfere ricercate, per quanto poco inclini alla solarità. Quest'opera prima mette in evidenza il talento di Soren Gemmer nelle vesti di accompagnatore, solista e di interprete e dimostra la capacità di sostenere credibilmente la trama delle composizioni (otto su dieci sono sue), riuscendo a coinvolgere l'intero quartetto in un'esperienza creativa di debutto in modo competente e partecipativo.


Title: At First | Year Released: 2013 | Record Label: ILK Music

Tags

comments powered by Disqus

The Lark

The Lark

Soren Gemmer
The Lark

Russians

Russians

Soren Gemmer
At First

Extended Analysis
CD/LP/Track Review
Read more articles
The Lark

The Lark

WhyPlayJazz
2016

buy
At First

At First

ILK Music
2013

buy

Related Articles

Read Walk The Walk CD/LP/Track Review
Walk The Walk
by Mark Sullivan
Published: May 21, 2018
Read Vol II CD/LP/Track Review
Vol II
by Geno Thackara
Published: May 21, 2018
Read Months, Weeks and Days CD/LP/Track Review
Months, Weeks and Days
by Glenn Astarita
Published: May 21, 2018
Read Space Is The Place CD/LP/Track Review
Space Is The Place
by James Fleming
Published: May 21, 2018
Read Poetry in Motion CD/LP/Track Review
Poetry in Motion
by Liz Goodwin
Published: May 21, 2018
Read Murals CD/LP/Track Review
Murals
by Dan McClenaghan
Published: May 20, 2018
Read "UpRoot" CD/LP/Track Review UpRoot
by Glenn Astarita
Published: December 2, 2017
Read "In the Still of the Night" CD/LP/Track Review In the Still of the Night
by Nicholas F. Mondello
Published: May 22, 2017
Read "Osmosis" CD/LP/Track Review Osmosis
by Glenn Astarita
Published: February 25, 2018
Read "Gonimoblast Live" CD/LP/Track Review Gonimoblast Live
by Mark Sullivan
Published: August 25, 2017
Read "Feefifofum Quartet" CD/LP/Track Review Feefifofum Quartet
by James Nadal
Published: July 9, 2017
Read "Hide Ye Idols" CD/LP/Track Review Hide Ye Idols
by Troy Collins
Published: November 19, 2017