All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

1

Michel Godard: Archangelica

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Michel Godard: Archangelica
La commistione, anzi la collaborazione tra musica classica e jazz è sempre stata al centro del lavoro di Michel Godard e aveva già trovato momenti di realizzazione esemplare - ad esempio, nello splendido Castel del Monte, uscito per la Enja nel 2000. Ecco, con questo Archangelica, un altro capitolo della ricerca godardiana, stavolta scaturente da una curiosa combinazione di elementi: l’invito a collaborare con un ensemble barocco, sulla base delle Leçons des ténèbres di Marc-Antoine Charpentier, in occasione di uno spettacolo tratto da un romanzo fantastico di Nancy Huston.

Come racconta suggestivamente la stessa Huston nel libretto del CD, la collaborazione, inizialmente difficile e distante, è rapidamente cresciuta fino a veder l’ensemble suonare jazz e i jazzisti suonare barocco. Il disco ne è la logica conseguenza.

E il disco è bello, con momenti davvero esaltanti e altri un po’ meno convincenti. Godard vi suona solo il serpente, con l’abilità che gli è nota, ma anche con una liricità sorprendente. L’interazione ora con il clavicembalo di Freddy Eichelberger, ora con la marimba di Franck Tortiller, ora con le chitarre elettriche di Gérard Marais è sempre perfetta, esaltata dall’accompagnamento dell’ensemble barocco, l’Atelier des Musicens du Louvre di Grenoble, diretti da Mirella Girardelli (autrice dell’“invito” a Godard).

Un po’ meno persuasivo il ruolo di Maria Pia De Vito, che eccelle nella bella “Senza Tremmore” e svolge un compito suggestivo in “In tenebrosis”, ma i cui vocalizzi paiono altrove un po’ ridondanti.

Splendide l’iniziale “L’or des tenèbres” e la conclusiva “Entrelacs et tours de bras”; notevole “Archangelica”; di grande fascino tutta l’operazione, fatta di suoni splendidi e arcane alchimie che legano benissimo mondi molto diversi, senza nessuna concessione all’esotismo e al manierismo: solo, radicale improvvisazione di stili.

Track Listing

1. L’or des tenébres (Godard/Eichelberger) - 4:30; 2. Enfant Trouvé (Tortillier) - 5:22; 3. Archangelica (Godard) - 7:22; 4. Les couleurs du désir (Godard) - 5:37; 5. Comme une pluie (Marais) - 4:17; 6. L’ombre d’or (Godard) - 5:37; 7. Three Together (De Vito/Godard) - 7:17; 8. Senza tremmore (De Vito/Godard) - 5:52; 9. In tenebrosis (Godard) - 3:38; 10. Entrelacs et tours de bras (Godard) - 5:09.

Personnel

Michel Godard (serpente), Maria Pia De Vito (voce), Freddy Eichelberger (clavicembalo), Gérard Marais (chitarra elettrica), Franck Tortiller (marimba), Patrice Héral (percussioni), Atelier des Musiciens du Louvre, Grenoble, dir. Mirella Girardelli.

Album information

Title: Archangelica | Year Released: 2008 | Record Label: CAM Jazz

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

Read Live at Vitellos
Live at Vitellos
Michael Wolff
Read This Bitter Earth
This Bitter Earth
Veronica Swift
Read Vegetables
Vegetables
Lina Allemano Four
Read Streams
Streams
Yuma Uesaka and Marilyn Crispell

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded albums and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, limited reopenings and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary step that will help musicians and venues now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the sticky footer ad). Thank you!

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.