All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Rudresh Mahanthappa - Bunky Green: Apex

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Desiderate con tutta forza fare pace con voi stessi e riconciliarvi con la musica? Beh, allora non perdete tempo e andate a procurarvi una copia di questo disco che porta la firma di due mostri sacri del jazz contemporaneo, entrambi sassofonisti, come Bunky Green e Rudresh Mahanthappa. Gridare al capolavoro forse è esagerato, ma è certo che Apex è uno dei rari dischi jazz degli ultimi anni che ha messo d'accordo i critici di tutto il mondo e di tutte le culture o estrazioni musicali.

Entrambi i solisti (il sax alto di Mahanthappa si ascolta dal canale sinistro, mentre quello di Green fluisce da quello destro) firmano cinque brani ciascuno che sono infatti espressione di un dinamismo a livello improvvisativo che ha oggi pochi eguali. Una musica intensa e, allo stesso tempo, misurata: mai una nota di troppo e tutto, anche nei momenti più free o vigorosi, succede come se la band si muovesse in una dimensione fuori dal tempo dove ogni singolo movimento o interplay è magicamente sotto controllo, guidato da una regia sovrannaturale.

Si tratta di un postbop estremamente moderno ed elegante che sa estrarre il meglio dalle radici culturali e musicali dei due leader, spaziando dalle atmosfere cool della ballad "Rainer and Theresia" a quelle funkeggianti di "Playing with Stones". Passando anche dal dolce swing di "Lamenting," con un superlativo Jason Moran al piano, alla ellingtoniana e blueseggiante "Soft" o, ancora, all'orientaleggiante "Welcome," dove Mahanthappa dimostra di aver imparato a memoria lo stile, la cadenza e l'eleganza dei suonatori indiani di sitar. In sintesi, una raccolta di classici dove spicca su tutto una composizione del geniale Green, la lirica e melanconica "Little Girl I'II Miss You".

Una menzione speciale merita la sezione ritmica con uno scintillante Francois Moutin al contrabbasso e con Jack DeJohnette e Damion Reid che si alternano alla batteria. Apex si potrebbe definire il punto di arrivo o, meglio, la sintesi di tanti differenti stili e mood che generazioni di musicisti hanno elaborato e sviluppato nel tempo. Un'opera che però guarda al presente senza nostalgie o rimpianti e che, come scrive Rudresh Mahanthappa nelle note di presentazione del disco, può portare a una visione condivisa sul significato della musica jazz oggi in questo nuovo millennio.

Visita il sito di Rudresh Mahanthappa.

Track Listing: 1. Welcome (Mahanthappa) - 2:41; 2. Summit (Mahanthappa) - 8:15; 3. Soft (Mahanthappa) - 9:30; 4. Playing With Stones (Mahanthappa) - 9:38; 5. Lamenting (Green) - 3:23; 6. Eastern Echoes (Green) - 7:18; 7. Little Girl I'll Miss You (Green) - 5:50; 8. Who? (Mahanthappa) - 8:18; 9. Rainer and Theresia (Green) - 7:28; 10. The Journey (Green) - 9.13.

Personnel: Rudresh Mahanthappa (alto sax), Bunky Green (alto sax), Jason Moran (piano), Francois Moutin (contrabbasso), Jack DeJohnette (batteria, brani 1,2,9 e 10), Damion Reid (batteria, brani 3,4,5,6,7 e 8).

Title: Apex | Year Released: 2011 | Record Label: Pi Recordings

About Rudresh Mahanthappa
Articles | Calendar | Discography | Photos | More...

Tags

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related

Read Never More Here
Never More Here
By Dan McClenaghan
Read Lanzarote
Lanzarote
By Gareth Thompson
Read Strong Thing
Strong Thing
By Geannine Reid
Read Ocean in a Drop
Ocean in a Drop
By Geno Thackara