All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

0

Adam Benjamin: Alphabets & Consequences

AAJ Italy Staff By

Sign in to view read count
Adam Benjamin: Alphabets & Consequences
Un percorso così impegnativo e fluttuante lo poteva mettere in atto solo uno spirito libero ed intrigante come Adam Benjamin, già componente dei Kneebody, quasi una rock band composta da jazzisti, che - tra l'altro - ha inciso con il cantante tedesco Theo Bleckmann un CD dedicato a Charles Ives. Ciò la dice lunga sulle sfuggenti coordinate di questo bel CD, che può essere riassunto nella geniale interpretazione della ellingtoniana "Don't Get Around Much Anymore". Senza entrare direttamente in medias res, la logica improvvisativa del pianista statunitense è improntata sull'estro del momento, sfruttando dello strumento la logica percussiva di Keith Tippett a rendere il brano una geniale opera di musica contemporanea.

Con gli standard interpretati si stabilisce così un rapporto profondo ma dissacrante, volto ad eludere e depistare. È una logica decostruttiva che rischia apparentemente di annullare il senso del materiale originario, ma che finisce con il rafforzarne l'impatto ed il peso. È una pratica esaltante, poiché non fondata sulla mera rielaborazione jazzistica. Si tratta semmai di una profonda revisione che approda ad un ammaliante processo di ristrutturazione armonica, compiuto da un particolare angolo di visuale - il punto di vista di un artista enciclopedico, che reiventa jazz, folk, Ives e musica colta contemporanea. All'altezza dell'impegno corrisponde la qualità del risultato artistico, che si compone di formidabili architetture "postmoderniste" nel segno del continuo mutamento.

Ne vien fuori un personale polittico, illuminato da una intelligenza creativa non comune.

Track Listing

1. Practice Makes Perfect; 02. Old Joe Clark; 03. All the Things You Are; 04. Meaningless; 05. Monk's Dream; 06. Adam Benjamin; 07. Insensatez; 08. Cdg (lax); 09. Chick Corea; 10. Fall; 11. It's Me, O Lord; 12. Ben Wendel; 13. Contrarian; 14. Mercy, Mercy, Mercy; 15. Don't Get Around Much Anymore; 16. Karlheinz Und Paul; 17. Shane Endsley; 18. Idealist; 19. You Grew Up; 20. The Star-spangled Banner.

Personnel

Adam Benjamin (pianoforte).

Album information

Title: Alphabets & Consequences | Year Released: 2010

Post a comment about this album

Tags

Shop Amazon

More

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, shelter in place and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary effort that will help musicians now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the bottom right video ad). Thank you.

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.