All About Jazz

Home » Articoli » Album Review

2

Franca Masu: Almablava

Neri Pollastri By

Sign in to view read count
Franca Masu: Almablava
A tredici anni dal suo primo album, El mio viatge, a dieci esatti da quell'Alguìmia che ce l'aveva fatta scoprire come originalissima interprete del dialetto catalano parlato nella sua Alghero, e dopo un lavoro—l'ultimo, Hoy como ayer, del 2008—interamente dedicato al tango, Franca Masu torna ad Alghero, come lei stessa afferma nelle belle note di copertina: torna cioé alle proprie radici di donna e d'artista, al suo particolarissimo dialetto e alle suggestioni della sua isola—che sono tante e mutevoli, per la sua collocazione geografica al centro del mediterraneo e per la sua storia, fin dalla preistoria fatta di intrecci culturali.

Almablava è così un intenso album che innesta sull'impianto della canzone d'autore una varietà di infuenze e stilemi—dal tango al fado, dalla tradizione italiana fino alla morna—grazie a composizioni perlopiù originali—opera a turno di tutti i protagonisti—e ad arrangiamenti di ascendenza jazzistica, che valorizzano, accanto al canto, le singole voci strumentali.

Voci di assoluto livello, sia quando spiccano per spazi e brillantezza degli interventi—è il caso in particolare di Fausto Beccalossi, che duetta quasi costantemente con la Masu e si ritaglia importanti momenti di assolo (come quello, bellissimo, in "Almablava"), ma anche di Alessandro Girotto, desisamente protagonista alla chitarra— sia quando invece rimangono solo apparentemente più defilati—come nel caso di Oscar Del Barba, che spicca nei tuttavia limitati momenti di personale esposizione, o di Salvatore Maltana, eccellente nel paio di begli assoli che prende nel corso del disco.

Ovviamente, però, la protagonista assoluta del lavoro è Franca Masu, autrice di buona parte dei testi, voce nitida e calda, soprattutto interprete raffinata e appassionata. Cosa che, un po' paradossalmente, evidenzia uno dei brani in sé meno eclettici e suggestivi: "Profumo e silenzio," che rientra interamente nella tradizione della canzone d'autore all'italiana—e che infatti è anche uno dei brani non in dialetto. Ebbene, proprio qui la Masu si esprime in modo splendido sia vocalmente, sia come intensità interpretativa e varietà di forme espressive, richiamando la Mina dei momenti migliori. Un'interpretazione splendida, che spicca per contrasto con altre tracce invece ispirate da altre tradizioni e atmosfere, come il fado di "La rosa blanca" o la morna di "Mariposa," e che con ciò mette in pieno risalto la complessità interpretativa della cantante.

Per questo Almablava, oltre che essere un bel lavoro che si ascolta con grande piacere, più che confermare quanto la Masu aveva fatto vedere fino a oggi ne esalta ancor più la figura, non solo unica per l'identità artistica—e questo lo si sapeva—ma anche completa per complessità espressiva e interpretativa.

Track Listing

Sirius; Profumo e silenzio; Vida; La rosa blanca; Almablava; Luna mia testimone; La nit / È doce morrer no mar; Plomes de paraules; Un tango; Mariposa; Lo corral de vidre.

Personnel

Franca Masu: voce; Oscar Del Barba: pianoforte; Fausto Beccalossi: fisarmonica; Alessandro Girotto: chitarre; Salvatore Maltana: contrabbasso; Roger Soler: percussioni.

Album information

Title: Almablava | Year Released: 2014 | Record Label: Felmay

Post a comment about this album

Listen

Watch

Tags

Shop Amazon

More

A Congregation of Folks
Daniele Germani
Push The Limits
Ben Patterson
Old Friends
Mark Winkler
Home at Last
Amit Friedman
Entendre
Nik Bärtsch
soundz offfe drzk wähuh
EUPHORIUM_freakestra
Hemingway
Johnny Gandelsman

Popular

All About Jazz needs your support

Donate
All About Jazz & Jazz Near You were built to promote jazz music: both recorded albums and live events. We rely primarily on venues, festivals and musicians to promote their events through our platform. With club closures, limited reopenings and an uncertain future, we've pivoted our platform to collect, promote and broadcast livestream concerts to support our jazz musician friends. This is a significant but neccesary step that will help musicians and venues now, and in the future. You can help offset the cost of this essential undertaking by making a donation today. In return, we'll deliver an ad-free experience (which includes hiding the sticky footer ad). Thank you!

Get more of a good thing

Our weekly newsletter highlights our top stories and includes your local jazz events calendar.