All About Jazz

Home » Articoli » Album Reviews

0

Guy Mintus: A Home In Between

Angelo Leonardi By

Sign in to view read count
Anche se è il terzo album da leader di Guy Mintus, A Home in Between è il suo vero debutto internazionale, avendo ricevuto attenzione e riconoscimenti dalle massime riviste statunitensi ed europee.

Mintus è nato in Israele 26 anni fa, in una famiglia di avvocati appassionati di musica. Ha iniziato a studiare il pianoforte all'età di 10 anni e il suo amore per il jazz è nato dall'impressione che gli suscitò l'ascolto di ”'Round Midnight”. Iniziò ad acquistare qualsiasi album ne contenesse una versione, esplorando così stili e protagonisti della musica afroamericana e iniziando a improvvisare sotto la guida di un insegnante privato. Dopo i tre anni di servizio militare obbligatorio s'è iscritto alla Manhattan School of Music e ha iniziato a esibirsi nei locali. Il primo fu un ristorante italiano di Broadway zona Manhattanville, Bettolona, che teneva in un angolo un vecchio pianoforte.

Dopo il diploma il pianista ha ottenuto vari riconoscimenti e iniziato a collaborare con musicisti di rilievo (Jon Hendricks, Trilok Gurtu), con orchestre sinfoniche (The American Composers Orchestra, The Jerusalem Symphony Orchestra, The Jerusalem East & West Orchestra). Tre anni fa ha fondato questo trio coi suoi coetanei Tamir Shmerling al contrabbasso e Philippe Lemm alla batteria.

Il disco è un eclettico percorso in cui convivono echi di melodie mediorientali e centro-europee di cultura yiddish, rielaborate con un forte impronta jazzistica, dal bop ai confini col free. Mintus possiede una tecnica smagliante e l'integrazione con basso e batteria va oltre il semplice sostegno ritmico.

Il brano jazzisticamente più emozionante è la serrata versione di ”Background Music” di Warne Marsh; la rielaborazione più fantasiosa è la classica ballad di Charlie Chaplin ”Smile” caratterizzata da vivo interplay con i partner; tra gli originals del pianista spiccano ”Taksim” e ”Our Journey Together”, entrambi intrisi di profumi folk. Quest'ultimo è stato composto nel 2014 e presentato due anni dopo in cinque scuole in Israele a bambini di varie etnie e confessioni religiose. Mentre Mintus suonava il brano ha chiesto ai piccoli di disegnare la loro idea di pace. Da quell'esperienza è nato il bel video ”Can You Tell The Difference?”, animato da Jakub Cermaque e visibile su You Tube.

Track Listing: Our Journey Together; Mibifnim; Background Music; Zeybekiko for the Brave; In the Moment; Smile; Desert Song; Taksim; Çoban Sirto; My Ideal.

Personnel: Guy Mintus: piano; Tamir Shmerling: bass; Philippe Lemm: drums.

Title: A Home In Between | Year Released: 2017 | Record Label: Self Produced

Tags

Watch

comments powered by Disqus

Shop for Music

Start your music shopping from All About Jazz and you'll support us in the process. Learn how.

Related Articles

Read Along for the Ride Album Reviews
Along for the Ride
By Jack Bowers
June 20, 2019
Read Ancestral Recall Album Reviews
Ancestral Recall
By Karl Ackermann
June 20, 2019
Read Eternal Youth Album Reviews
Eternal Youth
By Don Phipps
June 20, 2019
Read Curiouser and Curiouser Album Reviews
Curiouser and Curiouser
By Mike Jurkovic
June 20, 2019
Read Getz At The Gate Album Reviews
Getz At The Gate
By Chris May
June 19, 2019
Read Keep Talkin' Album Reviews
Keep Talkin'
By Dan McClenaghan
June 19, 2019
Read Night Owl Album Reviews
Night Owl
By Dan Bilawsky
June 19, 2019