Amazon.com Widgets

AA.VV.: Raymond Scott Rewired (2014)

Italian Language

By Published: | 330 views
AA.VV.: Raymond Scott Rewired How we rate: our writers tend to review music they like within their preferred genres.

Risale ai primi anni Novanta, grazie al fantastico lavoro di Irwin Chusid (autorità indiscussa nell'ambito della obscure & weird music) la "riscoperta" della musica di Raymond Scott
Raymond Scott
b.1908
, tra le figure più originali, oblique e sotterraneamente influenti del Novecento.
Se già lo conoscete non starò qui a ribadire le tante anime della sua fantastica carriera. Se invece ancora il suo nome non è entrato nei vostri preferiti, beh, ritenetevi fortunati, perché se avrete voglia di andarvi a recuperare un po' di cosette di Scott—dai pionieristici lavori di elettronica alle immaginifiche composizioni che poi Carl Stalling renderà immortali adattandoli per le colonne sonore dei classici cartoni Warner Bros.—vi attendono ore davvero memorabili!

Oltre cinquant'anni di archivio, dai classici alle rarità, sono stati messi ora a disposizione di tre dj, The Bran Flakes, The Evolution Control Committee e Go Home Productions, liberi di sminuzzare lembi di jazz, di elettronica, di tessuto orchestrale swing, di estrarne pepite sonore da campionare e rielaborare dentro forme nuove.
Compito al tempo stesso apparentemente agevole (le fonti sono tantissime, tutte superfantasiose), in realtà insidiato dal rischio di ridurre il tutto a un divertissement magari virtuoso ma fine a se stesso.

Magari non sono nomi conosciutissimi, quelli dei tre artisti/collettivi coinvolti, ma si tratta di realtà attive da diversi anni e con una grande esperienza proprio nel sound collage, nel mash-up e nel remixare: Otis Fodder (The Bran Flakes) è canadese, Mark Gunderson (The Evolution Control Committee) americano e Mark Vidler (Go Home Productions) è inglese. Si compenetrano molto bene le loro estetiche, in una sorta di puzzle postmoderno attraversato da una festosa irrequietezza.

Si prenda ad esempio la classica melodia di "The Penguin," che si unisce a "The Toy Trumpet" in modo quasi naturale, oppure piccoli gioielli di sfasamento temporale come "In a 18th Century Discoteque," ma lungo tutto il disco la sorpresa è dietro l'angolo e non vi vogliamo togliere il piacere di scoprire le meraviglie evocate da questo gustoso "spezzatino."

Degna di nota anche la copertina, pensata dall'ottimo Piet Schreuders come un omaggio a quell'altro geniaccio di Jim Flora, cui sempre Chusid ha dedicato alcuni libri illustrati da avere!

Track Listing: A Bigger, More Important Sound; The Toy Penguin; Cindy Byrdsong; Ripples on an Evaporated Lake; 05. Sleigh Ride to a Barn Dance in Sorrento; The Night & Day Household Greyhound; Love Song to a Dynamic Ribbon Cardioid; (Serenade On) Carribea Corner; In an 18th Century Discotheque; The Sleepwalking Tobacco Auctioneer; Very Very Very Pretty Petticoat; Hillbilly Hostess; In Haunted Harlem; Good Duquesne Air; Hey Ray; Mountain High, Valley Higher; Siberian Tiger on an Ocean Liner; Shirley’s Temple Bells; Tick Tock Cuckoo on Planet Mars; Powerhouse.

Personnel: The Bran Flakes, The Evolution Control Committee, Go Home Productions: DJ, elettronica

Record Label: Basta




comments powered by Disqus
Search
Support All About Jazz Through Amazon

Weekly Giveaways

Mark Elf

Mark Elf

About | Enter

Stefano Bollani

Stefano Bollani

About | Enter

Carmen Lundy

Carmen Lundy

About | Enter

Wadada Leo Smith

Wadada Leo Smith

About | Enter

Bandzoogle: GET STARTED TODAY - FREE TRIAL

Enter it twice.
To the weekly jazz events calendar

Enter the numbers in the graphic
Enter the code in this picture

Log in

One moment, you will be redirected shortly.

Article Search